Offerta Mammutbus per le scuole

[ indietro ]

24

MAMMUTBUS - IL LUDOBUS DEL CENTRO TERRITORIALE MAMMUT

Il Mammutbus

Mammutbus è un ludobus del Centro Territoriale Mammut di Scampia, (www.mammutnapoli.org), il cui equipaggiamento è composto da giochi di legno dell’antica tradizione popolare, giochi da tavola, kit per pittura e manipolazione, fotografia,falegnameria, serigrafia, sartoria e travestimenti, esperimenti scientifici e osservazioni astronomiche, erbolario e semenzaio, stamperia, suoni, proiezioni e musica.

Nel Mammutbus le più importanti tecniche di espressività manuale e teatrali si incontrano con la ricerca didattica, pedagogica, sociologica, letteraria e medica e di progettazione urbana, per leggere e scrivere un modo nuovo di fare scuola e città.

L’insieme di strumenti e approcci pedagogici che abbiamo preso a chiamare (non senza ironia) Metodo Mammut è principalmente frutto del tentativo di intreccio tra fare, pensare e lasciar tracce.

Il Metodo Mammut in definitiva è proprio questo: una modalità di letto/scrittura della realtà, sperimentata e rodata in 8 anni, nei contesti più diversi per geografia e tipologia umana.

Una modalità rinnovata di scrittura collettiva, dunque, quella che ha radici nella pedagogia attiva e libertaria, strettamente collegata all’apprendimenti della letto /scrittura attraverso metodi naturali. In particolare di maestri quali Freinet e Lodi, con la stamperia e la corrispondenza. Fanno parte del nostro tentativo di scrittura le narrazioni autobiografiche e i cerchi narrativi, esempio di fertili intrecci con la psicologia e il possibile valore a-terapeutico (come direbbe Franco Lorenzoni) del nostro modo di fare scrittura. Come sono parte della scrittura Mammut le arti del leggere e lasciare segni, nell’animo e nella materia: il teatro, la pittura, la manipolazione, il collage e le altre vie della comunicazione vissute da autori come Grotowski, Boal, Tonucci, Stern.

Scrittura quindi come possibilità di letto/scrittura della e nella realtà, dove le lettere e le parole sono soltanto alcuni dei possibili segni da utilizzare. E dove ognuno dei discorsi sul potere, i ruoli e la potenza del gruppo trova la sua più forte applicazione. In linea con la nostra matrice della pedagogia attiva, i singoli percorsi vengono “cuciti addosso alle singole realtà”: a partire, quindi, dai nodi didattici e educativi su cui l’insegnante decide di lavorare, viene progettato insieme ad adulti e bambini della scuola il percorso che dovrà portare ad una modificazione anche dello spazio o servizio pubblico scelto dalla scuola stessa. Il tutto parte dalla mappa di ricerca elaborata con l’insegnante e dal relativo percorso di ricerca-azione.

Il nostro camper si pone, dunque, come laboratorio itinerante, capace di supportare in maniera ludica i programmi curriculari della scuola dell’infanzia, della scuola primaria e della scuola secondaria,  come sperimentazione del nostro metodo in perenne costruzione con radici nella pedagogia attiva e  cooperativa. Mantenendo l’importanza dell’uscita fuori aula e della città come aula diffusa, il Mammutbus vuole essere ulteriore tentativo di “contaminare” gli spazi interni di scuole e altre agenzie educative. Con i percorsi Mammutbus intendiamo contribuire alla costruzione di  spazi ispirati alla pedagogia di pionieri come Freinet, Montessori, Steiner, Le Bohec. Spazi di libertà funzionali all’apprendimento permanente, luogo “altro”, diverso rispetto al setting che ancora oggi connota la maggior parte delle classi scolastiche, dove poter altresì sperimentare forme nuove di fare didattica in maniera più corrispondente ai bisogni e psicofisici di adulti e bambini.

 

L’Equipe

La nostra équipe, ha una formazione biennale, le giornate di “maestro artigiano” sono state anche un’occasione di crescita umana e professionale per ragazzi, maestri, operatori interni ed esterni al Mammut: viaggio tra le basi della pedagogia attiva a partire da mani e piedi. Oltre all’apprendimento di tecniche e modalità di utilizzo dei materiali, obiettivo principale del percorso è stato rendere partecipi delle possibilità di un metodo e di un clima relazionale ispirato alla pedagogia attiva all’interno dei processi di apprendimento. 

L’intero percorso ha portato alla scrittura collettiva di un manuale del Maestro Artigiano Mammutbus, frutto del ragionamento scientifico filosofico praticato dal gruppo durante le giornate di formazione, in cui si sono apprese tecniche di falegnameria, di pittura e disegno, narrazione e mito, teatro e costruzione di stampe e libri attraverso un laboratorio di serigrafia artigianale che ha portato alla realizzazione di una piccola stamperia mobile in dotazione al ludobus.

 

I Percorsi e le proposte

   Pitto teatro magia

   Percorsi di scrittura collettiva

   Catering multiculturale

   Laboratori di cucina bio e macrobiotica

   Giochi della tradizione popolare

   Caccia al tesoro

   Scrittura collettiva Mito VIII edizione

   Le Kermesse

   Cinema mobile

   Stamperia e serigrafia artigianale

   Burattini e marionette

   Arti circensi e teatro di strada

 

Le Kermesse

Le attività ludico-didattiche della kermesse sono tematiche e si svolgono prevalentemente all’aperto, per strada, nelle piazze, nei cortili delle scuole, il Mammutbus viaggia in diverse regioni, province, attraversa borghi d’Italia, centri di accoglienza, e alle sue kermesse partecipano le comunità locali, bambini, giovani, adulti e migranti. Narrazioni di leggende e miti, giochi popolari, stampa artigianale, rendono unico ogni percorso.

Maestro Artigiano

Il Mammut realizza anche convegni, formazione e seminari per insegnanti di scuola primaria, secondaria di primo e secondo grado, alunni di scuola secondaria, educatori, pubbliche amministrazioni. Finalità dei percorsi Mammut è pertanto un ritrovato contatto con il contesto esistente, nella  costruzione di  una metodologia di ricerca condivisa, applicabile e verificabile. Metodologia con radici nella profondità del gruppo e dei singoli che lo compongono, costruita a partire dalle esperienze e dalle conoscenze dei partecipanti al percorso stesso.

Esplorazione e viaggi di Gulliver

Esplorazioni in campagna e in città: percorsi itineranti sulla Napoli magica o naturalistici.

Empowerment territoriale, per la valorizzazione di piccoli borghi inesplorati o aree urbane da rivitalizzare.

Mito VIII edizione

Il mito VIII edizione è una esperienza di scrittura collettiva.

Il Mito 8 si propone infatti di porre sotto verifica e sviluppare principi teorici e basi pratiche di una scuola che fa bene all’individuo e al territorio. Ancora una volta attraverso la partecipazione a un gioco teatrale, sulla tradizione degli antichi bandi carnevaleschi, inserito in un percorso rigoroso di ricerca-azione.

 

Riportiamo di seguito, a puro titolo di esempio, una tipologia di percorso realizzabile.

 

  1. Il percorso prende le mosse dal primo circolo filosofico realizzato a scuola attraverso il quale si imbastisce la storia, a partire dallo sfondo integratore sul Bestiario, ovvero l’insieme di miti e leggende riferiti ad animali reali o fantastici su cui molto ampia è la produzione letteraria, scientifica ed artistica.  
  2. Nel corso del periodo gli operatori Mammut incontrano il gruppo classe e l’insegnante regolarmente, attraverso laboratori da svolgersi a scuola come presso la sede del Mammut. Racconti autobiografici, miti e storie guideranno il gruppo alla scoperta di sé e del territorio circostante.
  3. A un certo punto del percorso, sarà organizzata una escursione che potrà essere effettuata in città (Napoli magica) o in campagna/ natura (parco regionale del Vesuvio, zoo o altre aree).
  4. Conclude il percorso la stampa serigrafica del percorso ad opera del gruppo.

I percorsi Mammutbus

In linea con la nostra matrice della pedagogia attiva, i singoli percorsi vengono “cuciti addosso alle singole realtà”: a partire, quindi, dai nodi didattici e educativi su cui si decide di lavorare, viene progettato insieme ad adulti e bambini il percorso che dovrà portare ad una modificazione anche dello spazio o servizio pubblico scelto.

L’altra caratteristica dei percorsi, come detto, è quella di essere un lavoro di scrittura collettiva teso a fare inchiesta di territorio intrecciando ecologia e urbanistica con gli approcci propri della ricerca antropologica, sociologica e letteraria. Dei percorsi fanno parte tecniche e approcci metodologici collaudati negli anni dal Centro Mammut.

 

 

 

Per info e costi:

tel: 338. 502 1673 339.2784528

mail: mammut.napoli@gmail.com

web: www.mammutnapoli.org

fb: centro territoriale mammut napoli

 

[ indietro ]

Sviluppo PanPot